Comune di Pianella

Risposte FAQ TASI-IMU 2

giovedì 23 novembre 2017
Comune di Pianella
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Seguici sulla nostra pagina facebook
Risposte FAQ TASI-IMU 2
Home Page » Sezioni Importate » Tributi » Risposte FAQ TASI-IMU 2
 

Quesito n. 5

Termine di presentazione. La scadenza del 16.06.2014 del modello per l'assimilazione ad abitazione principale ai fini IMU dell'immobile concesso in comodato ai parenti in linea retta è un termine perentorio?

RISPOSTA:

Il termine del 16.06.2014 non è perentorio. La presentazione nel termine indicato rende più agevole per l'ufficio l'effettuazione delle dovute verifiche. Il contribuente ha comunque tempo fino al successivo termine per il versamento del saldo (16.12.2014) per la presentazione del modello, a condizione ovviamente che i requisiti soggettivi fossero comunque sussistenti alle date indicate nel regolamento.

Quesito n. 6

TASI e comodato. Come si calcola la TASI per le abitazioni assimilate alla prima casa poiché concesse in comodato ai parenti in linea retta?

RISPOSTA:

Il soggetto passivo della TASI si identifica, per legge, solo con il proprietario o con altro titolare di diritto reale sull'immobile, con esclusione dunque del comodatario.

Nell'ipotesi in cui il proprietario o il titolare del diritto reale abbia concesso l'abitazione in comodato ad un parente in linea retta, è tenuto a versare in proprio il tributo con l'aliquota al 3,3 per mille, calcolando tuttavia le detrazioni in relazione ai requisiti del nucleo familiare dell'occupante effettivo fino alla concorrenza della quota di rendita di 500,00. Sulla rendita eccedente i 500,00 euro, deve applicarsi la sola IMU come altro fabbricato.

Quesito n. 7

Errori e sanzioni. In caso di errori di versamento dovuti alle difficoltà interpretative ed al susseguirsi delle norme saranno applicate le sanzioni per ritardato o insufficiente pagamento degli acconti TASI 2014?

RISPOSTA:

L'azione della Pubblica Amministrazione si conforma ai principi di buona fede, correttezza e trasparenza, come previsti dall'art. 97 della Costituzione e dallo Statuto del contribuente.

Pertanto, i contribuenti che si saranno attenuti alle indicazioni fornite dalla P.A. e quelli che dimostreranno di essere incorsi in errori di calcolo incolpevoli, saranno esentati dall'applicazione delle sanzioni.

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Pianella è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it