Comune di Pianella

Registrazione Contratto di comodato d'uso gratuito: chiarimenti.

lunedì 22 ottobre 2018
Comune di Pianella
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Seguici sulla nostra pagina facebook
Notizie dal Comune
Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » Registrazione Contratto di comodato d'uso gratuito: chiarimenti.
Registrazione Contratto di comodato d'uso gratuito: chiarimenti.
Tipologia: notizia
FAQ
10-05-2016

FAQ REGISTRAZIONE CONTRATTO DI COMODATO D’USO GRATUITO

La Legge 208/2015 (legge di Stabilità) prevede a decorrere dall’anno 2016 la riduzione del 50% della base imponibile alle “unità immobiliari” non di lusso concesse in comodato a linea retta che la utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato, il proprietario possieda un solo immobile in Italia o un altro adibito ad abitazione principale e risieda anagraficamente e dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.
Tale disposizione di legge è stata recepita da questa Amministrazione Comunale nell’art.11.B.bis del Regolamento IUC 2016 approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 7 del 13/04/2016.
Con l’obbligatorietà della registrazione l’agevolazione deve essere concessa dalla data della registrazione del contratto.  La decorrenza è dal 1° gennaio 2016 in caso di contratto verbale già in essere nel 2015 e registrato nelle forme previste entro il 1° marzo 2016 o di contratto in forma scritta registrato entro la data del 5 febbraio 2016.
Tuttavia l’art. 2704 del c.c. prevede che la data della scrittura privata, della quale non è autenticata la sottoscrizione, non è certa ed è computabile riguardo ai terzi, non solo “dal giorno in cui la scrittura è stata registrata” ma anche in altre ipotesi, come “dal giorno in cui si verifica un altro fatto che stabilisca in modo egualmente certo l’anteriorità della formazione del documento”. Dato che l’agevolazione per i comodati è subordinata non solo alla registrazione del contratto di comodato ma anche alla condizione che il comodatario abbia la residenza e la dimora abituale nell’immobile ricevuto in comodato, la data in cui il comodatario ha acquisito la residenza anagrafica può essere considerata come “data certa” che comprova la data di sottoscrizione del comodato.
Si ritiene che nel caso in cui il comodatario abbia acquisito la residenza al 1° gennaio 2016 ed il contratto di comodato sia registrato tardivamente, con l’effettuazione del ravvedimento operoso relativamente all’imposta di registro, questo esplichi effetti ai fini IMU dalla data di sottoscrizione, comprovata dalla residenza anagrafica, e non dalla data di registrazione.
Alla luce di quanto specificato l’Ufficio Tributi di questo Ente per l’anno 2016 considererà decorrenti dal 1° gennaio 2016 i contratti di comodato d’uso gratuito, registrati con ravvedimento operoso presso l’Agenzia delle Entrate entro la data di versamento della 1° RATA IMU, per i quali sia verificata la residenza anagrafica e dimora abituale del comodatario alla data del 1° gennaio 2016 e pari data di stipulazione.



Il Responsabile dell’Ufficio Tributi
Dott.ssa Lorena Giansante

Condividi questo contenuto

Notizie e Comunicati correlati

Tributi
Scarica la comunicazione:
gio 17 mag, 2018
Tributi
Scarica la tabella riepilogativa:
gio 03 mag, 2018
- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Pianella è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it